0

Carboidrati: ecco perché sbagli ad eliminarli

Non è chiaro perché i carboidrati abbiano assunto un ruolo quasi demoniaco come alimento. Le diete low-carb sono sempre più frequenti. Ma eliminarli non fa affatto bene, ecco perché.




CARBOIDRATI MALEDETTI- Nella visione di molte persone, queste macromolecole sarebbero la causa dei chili di troppo. Eliminarli, quindi, sembra essere la soluzione più rapida ed efficace. Mai cosa più sbagliata. Le cellule del corpo umano utilizzano un carboidrato, il glucosio, come fonte primaria di energia. È infatti attraverso la glicolisi aerobica ed anaerobica, che le cellule dell’organismo producono energia. Energia che serve per svolgere tutte le funzioni necessarie a mantenere il corpo e ad affrontare gli sforzi quotidiani. Come potrete leggere in molti testi, l’organismo può utilizzare altre fonti di energia oltre ai carboidrati. Può metabolizzare acidi grassi o corpi chetonici. Ne è un esempio il cuore, la cui energia deriva per un 60-80% da acidi grassi ed il resto dal glucosio. Perché allora i carboidrati sono così essenziali?

carboidrati

Non eliminate completamente i carboidrati, ma diminuiteli e selezionate quelli giusti.

LA BENZINA DEL CERVELLO- Il glucosio è la fonte energetica d’élite per il cervello ed il sistema nervoso centrale. Ne consuma fino a 103 grammi al giorno! Questo organo può utilizzare altre fonti, come i corpi chetonici, utilizzati in caso di digiuno prolungato. Ma i chetoni sono tossici e metabolizzati con fatica dal cervello. L’organo più nobile del corpo, privo della sua naturale benzina, i carboidrati, diverrà scarsamente produttivo. Ne seguirà debolezza, stanchezza scarsa concentrazione. Anche il tessuto muscolare utilizza glucosio, come primaria fonte di energia. Un taglio dei carboidrati porterà ad una diminuzione di energia e le prestazioni caleranno. C’è carboidrato e carboidrato, questo è da ammettere. I carboidrati però, dovrebbero rappresentare circa il 50-60% della dieta. Eliminarli completamente non serve, ma selezionarli può dare un vantaggio. Meglio scegliere alimenti integrali e complessi anziché raffinati o ricchi di zuccheri semplici e facilmente assorbibili. Al posto del low-carb, optate per il low-fat, anche il vostro cuore vi ringrazierà.

Alla prossima pillola.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *