0

Sole: in quali orari sarebbe meglio esporsi?

Desiderosi di ottenere un’abbronzatura bella e duratura? Ecco qualche semplice dritta per ottenerla ed evitare ustioni, causate dalla luce del sole. Seguitele e la vostra pelle vi ringrazierà.




IL SOLE- Come ogni estate, milioni di persone si riversano su spiagge, terrazzi, piscine pur di sfruttare i suoi raggi. Obiettivo? Ottenere un’abbronzatura invidiabile. La luce solare è essenziale per l’uomo. Regola il ritmo sonno-veglia, grazie ad essa è possibile vedere colori e forme ed in sua assenza, la vita sulla Terra non sarebbe possibile. Grazie alla luce del Sole inoltre, viene attivata la vitamina D, a livello cutaneo. Questa, regolando l’assorbimento di calcio a livello intestinale, garantisce una buona mineralizzazione ossea. Il corpo umano riesce ad adattarsi alla luce solare grazie alla stimolazione dei melanociti. Queste cellule, producono il loro pigmento, la melanina, capace di assorbire buona parte delle radiazioni solari, formando uno “scudo”. L’abbronzatura quindi, non è altro che un meccanismo di difesa. Ecco qualche dritta per sviluppare al meglio questa difesa naturale.

 

CONSIGLI- Bisogna ricordare che non tutte le persone possono abbronzarsi in maniera uguale. Questo dipende dal fototipo, cioè dagli aspetti genetici e fisici (ad esempio colore occhi, pelle e capelli) che caratterizzano ognuno. Per chi fosse interessato a conoscere il suo fototipo cliccare qui: fototipo. Questi elencati qui sotto, sono pochi consigli che possono letteralmente salvarvi la pelle dalla luce del sole.

  1. Evitare esposizioni eccessive fin dai primi giorni. Il corpo umano ha bisogno di gradualità per adattarsi al meglio. Esporsi al sole per molte ore, senza essere preparati, è come entrare in palestra senza un filo di muscoli e pretendere di sollevare 100 kg. Otterrete solo ustioni e mute di pelle da far invidia ad un anaconda.
  2. Evitare orari dalle 11:00 alle 15:30/16. In questi orari è notevolmente maggiore l’intensità dei raggi UVB, più dannosi per il DNA delle cellule rispetto agli UVA. Penetrano più in profondità e causano ustioni.
  3. Esporsi al sole gradualmente, applicando inizialmente creme a medio- alta protezione, resistenti all’acqua e che blocchino sia UVB che UVA.
  4. Applicare la crema almeno 15 minuti prima dell’esposizione ed applicare di nuovo ogni due ore.

Alla prossima pillola.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *